Scegliere bene i materiali

Ho tratto questi scritti dal bellissimo libro del 1992 di James Charles Fabre, Casa tra Terra e Cielo, Abitare secondo le energie cosmiche. Si tratta di nozioni piene di saggezza e a tratti di poesia… buona lettura.

Foto di 育银 戚 da Pixabay
Foto di 育银 戚 da Pixabay

Scegliere bene i materiali
Per difendersi e garantirsi degli scambi equilibrati con il proprio ambiente, l’uomo ha tre ripari: la pelle, gli abiti, la casa. Ognuno di questi “gusci-filtro” condiziona i nostri rapporti con ciò che ci circonda; sono quindi comparabili tra loro, a dimostrazione dell’esistenza di principi costanti.

Muri che proteggono
La pelle ci protegge dagli urti esterni e dagli attacchi microbici grazie allo strato corneo dell’epidermide; la regolazione termica del corpo si attua per mezzo del sistema pilifero e della rete dei capillari che irrigano la pelle. Inoltre respiriamo ed espelliamo gli essudati attraverso l’epidermide.

……..
L’abito e la casa hanno le medesime funzioni e se, parlando di vestiti, tutti possono notare quanto siano inadeguati certi tessuti sintetici che impediscono ogni relazione tra il corpo e l’ambiente circostante, vien fatto di pensare che un guscio-abitacolo possa produrre un progressivo soffocamento dei suoi abitanti.
Un tempo c’era chi moriva indossando un guanto avvelenato; materiali da costruzione inadatti o impregnati di emanazioni nocive hanno talvolta effetti analoghi, anche se meno spettacolari.
……
Perché la relazione abitante-abitazione sia rigenerante, bisogna usare materiali sani e vivi; secondo R.Endros[1], il 95% delle radiazioni celesti non penetra in una gabbia di piombo, mentre le lastre di cemento abitualmente usate per le costruzioni recenti lasciano passare solo il 45% di queste onde….

L’ideale sarebbe evitare i prodotti isolanti sintetici (schiuma poliuretanica, moquette elettrostatica, ecc); segnaliamo tuttavia che la penetrazione delle onde cosmiche dipende molto dal modo di accostare tra loro i materiali, sicché, generalmente parlando, per render più sana un’abitazione e garantire una buona conduzione delle onde al suo interno bisognerà esaminare molto attentamente la qualità dei materiali e la loro interazione.

Per combattere la ionizzazione positiva dovuta alla dispersione di particelle polverose provenienti dalla lenta corrosione dei silicati di cemento, si aggiunge uno strato di cemento calcinato, ameno che non si possa aggiungere calce nel cemento mentre lo si prepara. La calce è un battericida naturale che riduce lo sviluppo di anaerobi nell’edificio; anche le ghiaie povere di silicio, se mischiate agli aggregati del calcestruzzo, evitano la diffusione di ioni di silicio; inoltre sono ricche di magnesio, ed abbiamo visto che i terreni che ne contengono di più diminuiscono i rischi di cancro.

 
La Terra e il legno
La terra sotto ogni forma (battuta, con calce e sabbia, compatta o compressa) permette di godere direttamente dei benefici influssi tellurici, oltre ad assorbire l’elettricità in eccesso svolgendo quindi la funzione di riequilibratore biologico.
Il legno è molto poroso, e si impegna di tutte le emanazioni, positive o negative che siano. Una volta trattati con cera d’api, olio di lino o essenza di trementina, tutti i legni acquisiscono proprietà profilattiche, neutralizzando gli ioni pesanti e gli effetti elettrostatici dell’ambiente nel quale, inoltre, fungono da compensatori igrometrici. Se ne consiglia dunque l’uso per sostituire il gesso che, essendo un composto solforoso, assorbe molta umidità ed anche le emanazioni psichiche degli individui, per poi restituirle a mo’ di spugna, ridistribuendole intorno nuovamente. Inoltre il legno resiste meglio alle aggressioni (muffe, fuoco…) e possiede i migliori caratteristiche meccaniche quando è duro e stagionato.
In tal senso è meglio tagliarlo nella luna vecchia di ottobre quando la linfa è bassa: sono precauzioni tradizionali ma efficaci.

La pietra
Una pietra di natura diversa dal suolo locale provocherà sempre delle perturbazioni liberatorie nella trasmissione e nell’equilibrio delle onde telluriche ; se le proprietà di conduttività sono troppo diverse tra loro, nell’edificio si producono effetti da pila elettrica.
L’albedo (capacità riflettente) di un materiale deve trovarsi in armonia con quello del terreno.
…..
Uno dei modi più semplici per evitare errori, è servirsi al massimo delle risorse locali seguendo l’esempio delle case tradizionali.

……

L’elettricità statica nell’edificio
Le moquettes sintetiche, le tappezzerie viniliche  i mobili di plastica, gli isolanti sintetici, la vicinanza di una centrale elettrica, di un gruppo elettrogeno o di linee di alta tensione, l’uso prolungato della televisione (e degli attuali apparecchi elettronici),  i vestiti di nylon, i cuscini di poliestere, i pannelli poliuretanici per le facciate, le grandi superfici vetrate, un circuito elettricamente mal isolato, sono altrettante possibili fonti di accumulo di cariche elettrostatiche in un edificio; sopravvengono allora turbe del sonno, nervosismo, aggressività, ipertensione, seguiti da stati di abbattimento e depressivi… Vanno quindi evitati al massimo.
Se una casa è in prossimità di un trasformatore, di una fabbrica o di linee di alta tensione, se non è possibile traslocare bisognerà raccordare gli elementi di copertura e la struttura stessa ad una messa a terra situata al nord magnetico della costruzione. Onde evitare il fenomeno della “gabbia di Faraday” le armature metalliche di cemento andranno collegate a uno o più cavi da cinque ohm (meno, se possibile), collegati tra loro e messi a terra, sempre al nord magnetico.  (James Charles Fabre, Casa tra Terra e Cielo, Abitare secondo le energie cosmiche, ed. Amrita, 1993, pag. 78)

[1] R.Endros: “Le rayonnement de la terre et son influence sur la vie”, Ed.du Signal, Lausanne.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: